DVR OBBLIGATORIO

 

La valutazione dei Rischi nella modalità autocertificativa, di cui all'art. 29 comma 5 del D.Lgs 81/2008 viene a cessare con il 31 Maggio 2013 (legge 12 luglio 2012 n.101).

 

Tutte le aziende che hanno ricorso all'autocertificazione, dovranno provvedere ad effettuare la Valutazione dei Rischi, secondo le modalità standardizzate, ovvero dotarsi di un DVR (Documento Valutazione Rischi).

 

Dal 31 Maggio 2013, in caso di mancata rilevazione del rischio accertata da un organo di controllo, il Titolare sarà sanzionabile per la mancata valutazione dei rischi con un'ammenda 2.500 a 6.400 Euro. (Art. 55 comma 1 lettera a DLgs 81/2008 ).

La stesura del documento valutazione rischi prevede una visita di natura tecnica in azienda, per raccogliere dati e informazioni utili alla stesura del documento; in quel frangente il tecnico valuterà con il Titolare la congruità dell'azienda ai requisiti di legge e segnalerà eventuali criticità non coperte dal DVR. In ogni caso il Titolare può sempre chiedere in via preliminare un sopralluogo tecnico, se ritiene che la sua azienda abbia caratteristiche non standardizzabili (Rischio Chimico, Vibrazioni, Rumore, Scia ex CPI, ecc.).

 

SANZIONI PER MANCATA O NON CORRETTA REDAZIONE DEL DVR


In caso di violazioni inerenti la stesura del DVR (Rif. Art. 55 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) sono previste le seguenti sanzioni:
Per omessa redazione del DVR, violazione Art. 29, c.1, l’arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400. La pena dell’arresto è estesa da 4 a 8 mesi nelle azienda a rischio di incidente rilevante e con l’esposizione a rischi biologici, cancerogeni/mutageni, di atmosfere esplosive, etc.,
Per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione delle misure ritenute opportune al fine di garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza, misure di prevenzione e protezione, DPS, procedure sulle misure da adottare e distribuzione dei compiti e delle responsabilità, è prevista una ammenda da € 2.000 a € 4.000
Per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione sulla relazione della valutazione di tutti i rischi, l’individuazione delle mansioni che espongono i lavoratori a rischi specifici o richiedono riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza ed adeguata formazione, è prevista una ammenda da € 1.000 a € 2.000.

 

Legge 12 luglio 2012 n.101: download

TU 81/2008 aggiornato: download

 

 Synthesis Security srl effettuata valutazione dei rischi a Brescia e provincia e più in generale in tutta la lombardia

Per ulteriori informazioni ci contatti allo 030-2752402